Ecografia come prevenzione

Va sottolineato come l’ ecografia in genere e quella dell’addome completo in particolare, abbia anche un importante ruolo nella prevenzione sanitaria: infatti, eseguita una volta l’anno, consente un monitoraggio complessivo e frequente di numerose patologie . L’esame ,come per qualsiasi altro esame ecografico , non è doloroso ne’ invasivo ed ha una durata di alcuni minuti.L’ecografia serve, in primo luogo, per valutare la forma, le dimensioni, la struttura degli organi. Attraverso tali informazioni si possono diagnosticare patologie di varia natura a carico di tutti gli organi addominali. In particolare è impiegata per valutare:

  • malattie epatiche acute e croniche (epatiti, cirrosi, ecc.);
  • malattie della colecisti e delle vie biliari (calcoli e infiammazione della colecisti, ostruzione delle vie biliari, ecc.);
  • malattie del pancreas (pancreatiti, neoformazioni solide o cistiche);
  • malattie renali (nefriti acute e croniche, calcoli, ostruzioni delle vie urinarie, ecc.);
  • malattie della milza e dei linfonodi addominali (aumento di volume);
  • masse e lesioni occupanti spazio (tumori benigni e maligni, cisti, ascessi ecc.);
  • presenza di liquido libero o di raccolte nella cavità addominale;
  • alterazioni a carico dei vasi venosi ed arteriosi (aneurisma dell’aorta, aumento di calibro della vena porta, ecc.);

 

I commenti sono chiusi